28/01/2011

Una vita tra le note…per Emilio Munda!

Una vita tra le note…per Emilio Munda!

Emilio Munda nasce a Fermo il 14 gennaio 1982, inizia a suonare la batteria all’età di 4 anni da autodidatta poi passa a suonare pianoforte, tastiere, chitarra acustica, basso, chitarra elettrica, fino ad utilizzare la sua voce nel canto. Scrive le sue prime canzoni a 12 anni.
Ha composto canzoni per Silvia Mezzanotte (attuale cantante dei Matia Bazar), per i Pquadro, il duo composto da Piero Romitelli e Pietro Napolano, per Umberto Tozzi e Barbara Zappamiglio, corista di Laura Pausini. Il 23 Novembre 2010 è uscito il nuovo album di Francesco Renga che contiene “DI SOGNI E ILLUSIONI” e “STAI CON ME” scritti entrambi da Emilio Munda.
Hai iniziato a 4 anni a suonare la batteria…oggetto terrore di tutti i genitori con figli piccoli: chi è stato ad avere l’ispirazione di regalartela?
“La colpa” primaria è stata di mio zio, mi ha fatto tenere per qualche anno la sua batteria acustica in camera, finché mia madre ha deciso per la mia prima comunione di regalarmi quella elettronica con le apposite cuffie!!
Ci sono altri musicisti nella tua famiglia?
Sì, due dei miei zii suonano la batteria, mia madre canta, mio padre suona chitarra e pianoforte… e io per non fare torto a nessuno ho deciso di impararli tutti :)
Che Istituti hai frequentato? Nel tuo percorso di studi “ufficiali” pensi che la musica a scuola sia stata abbastanza valorizzata?
A livello musicale non ho frequentato scuole, ad eccezione di una lezione di pianoforte a 7 anni, ma credevo che il piano non facesse per me, quindi ho smesso… ma solo per un mese perché poi ho ricominciato a suonare a casa la mia tastierina da autodidatta. Ho provato a frequentare un anno di conservatorio provando con gli strumenti a fiato, ma poi anche lì ho preso altre strade sempre da autodidatta… durante le scuole medie ho avuto un bravo insegnante di musica e credo che sapeva valorizzare il talento degli alunni lasciando la massima libertà di espressione, addirittura durante il periodo dei saggi mi faceva saltare le lezioni delle altre materie e mi lasciava suonare la batteria a scuola!
Come definiresti la tua musica? Che contaminazioni ritrovi nei tuoi pezzi?
Riconosco il mio stile e anche gli altri lo riconoscono… qualcuno mi dice: – Ho sentito un tuo nuovo brano in radio – ed io chiedo: – Che canzone era? – Rispondono – Non mi ricordo il titolo ma si sentiva il tuo stile, è molto bella! – Questo fa piacere, poi il paradosso dell’arte è proprio questo, la si fa per se stessi ma allo stesso tempo è soprattutto per gli altri… sì, perché se gli altri non ne trovano il piacere, neanche chi scrive trova il piacere di averla composta. Per quanto riguarda le contaminazioni, bè non ho un artista fisso preferito, forse qualcosa di inconscio che ho acquisito dall’infanzia e che poi la mia mente e la mia piccola esperienza hanno elaborato con gli anni…
In un mondo dominato dai talent show, tu hai scelto di camminare da solo. Silvia Mezzanotte dei Matia Bazar è la prima a darti fiducia…ci racconti com’è andata?
Giravo in Myspace cercando qualche casa discografica e artisti da aggiungere ai miei contatti… vedo Silvia Mezzanotte e l’aggiungo. Le invio un messaggio dicendole di avere due canzoni da farle ascoltare, lei mi risponde di inviargliele ma dicendo anche di avere le idee ben chiare su cosa vuole, qualcosa di spessore e un filo logico per il suo album.
Invio le due canzoni allegando il mio numero di telefono e il giorno seguente ricevo una telefonata. Era Silvia e si congratulava dicendomi che le canzoni le erano piaciute e che sarebbe venuta a registrarle nel mio studio entro la settimana… fui colto davvero di sorpresa! Comunque da quel giorno, oltre ad un bellissimo rapporto di lavoro è nata una grande amicizia forte e stabile ancora oggi.
Accendere la radio e ascoltare la tua musica…o sentire magari qualche sconosciuto che la canticchia sovrappensiero…che sensazione si prova?
Sin da piccolo sognavo di poter ascoltare le mie canzoni in radio e sono sincero, tutt’ora è sempre una grande emozione. Nonostante io le conosca profondamente, se mi trovo ad ascoltare per la centesima volta la mia canzone in radio… bè, la ascolto fino all’ultima nota, poi ovviamente sentirla canticchiata da altri fa sempre uno strano effetto, spesso mi capita di domandarmi “Ma questa canzone la conosco”… e poi mi rendo conto di averla scritta io!
Domanda classica…tra i tuoi pezzi, qual è il tuo preferito? E quello che ti rappresenta di più?
Sicuramente ho molti brani che amo e che ancora sono sconosciuti al grande pubblico, tra quelli già pubblicati faccio una grande fatica a scegliere, ognuna ha un suo perché nella mia mente e so già che mi pentirei nominando una canzone e non citandone un’altra… sono tutti pezzi della mia vita!
Tra i lettori di Radioattivi abbiamo molte band locali che nel corso del tempo ci hanno mandato vari pezzi…e che magari sognano un giorno di arrivare su palchi prestigiosi: che consiglio ti senti di dare?
Continuate a cercare, perché la vita è una ricerca continua… io cerco ogni giorno perché ogni giorno è nuovo ed ha la sua importanza.. forse i periodi di non riuscita, i periodi di ricerca intensa sono quelli più importanti perché daranno la gioia quando si raggiungerà l’obiettivo, poiché ti ricordano da dove sei partito.
Progetti per il futuro?
Ne ho moltissimi e pochi realmente programmati… tutte canzoni pronte da proporre ai vari artisti, sono mete da raggiungere, anche quelle che porto con me da molti anni e che ancora sono ferme per vari motivi… sicuramente per ora rimango al fianco di Francesco Renga, il mio stile gli piace ed io sono molto contento di come interpreta e fa sue le mie canzoni…
Puoi usare Radioattivi per “lanciare un appello”: tra i musicisti di tutto il mondo, con chi vorresti collaborare?
Anche qui, se lancio un appello a qualche artista e ad altri no, poi ci potrebbe rimanere male qualcuno! XD
…quindi dico a tutti gli artisti del mondo: “VI PIACE IL MIO STILE”? Contattatemi, ho già molte idee per il vostro nuovo album!

Per conoscere meglio Emilio Munda visita il suo sito o la sua pagina Facebook

Daniela Zepponi

2 commenti

  1. Federica Angeletti /

    “Stai con me” è meravigliosa! Complimenti!!!! Ho ascoltato molte tue canzoni e tutte trasmettono davvero forti emozioni

  2. Daniele85 /

    Pensavo di essere fan di Renga, ma poi ho askoltato le altre kanzoni ke hai scritto per Umberto Tozzi, per i Matia Bazar e gli altri e devo dire ke sono invece un tuo fan! Le tue kanzoni fanno la differenza

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *